[ + ] Mostra Filtri
[ - ] Nascondi Filtri

Ambra, Ambra Grigia, Ambrox, Ambroxan...

Charlie Naysmith, 8 anni, durante una passeggiata sulle spiagge del Dorset in Gran Bretagna, nell’agosto del 2012 ebbe la fortuna di imbattersi in uno strano oggetto, come una grossa pietra di consistenza cerosa e dall’odore forte e pungente. Questo blocco misterioso dal peso di circa 600 grammi si è poi rivelato essere un blocco di ambra grigia, dal valore di circa € 50.000, ovvero lo scarto della digestione del capodoglio physeter macrocephalus, ricercatissima dai creatori di profumi di tutto il mondo per le sue inestimabili qualità odorose e per la sua capacità di fissare i profumi.

Questa notizia riportata dal Corriere della Sera il 30 agosto del 2012 ha scatenato la fantasia di molti che subito si sono messi alla ricerca del prezioso rigurgito, complice il periodo di fine estate. In realtà, l’Ambra Grigia è oggi considerata una materia prima inavvicinabile per la maggior parte dei profumieri creatori, sia per i costi, sia perché di fatto introvabile: essa, infatti, è il frutto della raccolta casuale in mare o su spiaggia di queste masse cerose plasmate dalla salsedine e dagli agenti atmosferici. E ciò non è compatibile con l’esigenza moderna di poter garantire una produzione standardizzata ed omogenea nel tempo.

Da parecchi decenni, quindi, i profumieri hanno cercato l’aiuto della chimica per sopperire a questa incostanza della natura, con risultati più o meno apprezzabili a seconda della qualità delle molecole impiegate. Ambrox, Ambroxan, sono solo alcuni dei nomi commerciali di queste, coperte da brevetti di proprietà e godimento di  differenti aziende produttrici materie prime e aromi. Spesso, poi, si usano materie prime naturali capaci nell’insieme di ricostruire un accordo ambrato, come ad esempio le fave di tonka o il cisto laudani fero.

A differenza del Musk, quindi, l’Ambra Grigia è una materia prima che potrebbe essere utilizzata in un profumo, ma che di fatto non lo è per i costi proibitivi e per la difficoltà nel reperirla. Quando state per comprare un profumo che dichiara la presenza di Ambra Grigia, al 99% potete stare certi che in realtà contenga un suo replacer  più o meno sintetico. A meno che non costi una fortuna (ma oggi, neanche il prezzo è più una garanzia...)!

E l’Ambra? L’Ambra Fossile, quella di Jurassic Park? Beh, quella costa poco ma non ha praticamente impieghi in profumeria...


Iscriviti alla Newsletter
Copyright © 2013 Profumo srl - P.IVA 10079780150
credits: youon.it

Prodotto aggiunto al carrello

Continua lo Shopping Vai alla Cassa