[ + ] Mostra Filtri
[ - ] Nascondi Filtri

La mia pelle è diversa…

Si, e no. La pelle dell’essere umano, intesa come organo del corpo, è uguale per tutti. Sarebbe un guaio per i dermatologi se non lo fosse! . Ognuno di noi, però, è convinto che la propria pelle sia diversa da quella di chiunque altro, almeno quando si tratta di profumi.

Giustamente, prima di comprare vogliamo provare. Ed in effetti, l’esperienza comune ci dice che lo stesso profumo indossato da persone diverse può variare non poco. Per essere precisi bisognerebbe, però, fare un confronto alla pari: un conto è un profumo appena spruzzato sulla pelle, un altro uno indossato già da qualche ora.. Sia come sia, è pur vero che il profumo indossato si personalizza: a volte migliora, più di rado si guasta.

Ora bisogna subito chiarire il fatto che non si deve confondere l’eventuale alterazione del profumo a contatto con la pelle con la sua evoluzione nell’arco della giornata: il profumo è studiato per raccontare una storia che, come tutte le storie, avrà un inizio, uno svolgimento ed una fine.

Altra cosa è quando realmente il profumo appena indossato si altera: ciò avviene nel giro di pochi secondi e può dipendere da una molteplicità di fattori, in parte anche legati a lievi variazioni soggetive dell’acidità della pelle, ma a volte anche a situazioni ambientali contingenti ( lo stesso profumo a livelli di umidità differenti potrebbe variare).  In ogni caso, dal momento che un buon profumo dovrebbe adattarsi alla perfezione alla persona di chi lo indossa, è buona regola in una prima fase sentire i profumi sulle mouillettes, poi selezionare quei due o tre di maggior gradimento ed infine provarli sulla pelle, lasciando loro il tempo di aprirsi e “raccontarsi”.


Iscriviti alla Newsletter
Copyright © 2013 Profumo srl - P.IVA 10079780150
credits: youon.it

Prodotto aggiunto al carrello

Continua lo Shopping Vai alla Cassa